logo

Il portale dei campeggi e villaggi turistici d'Italia: Forum

  • Sardegna Sud – Dalla Costa Rei a Capo Teulada

    Sardegna Sud – Dalla Costa Rei a Capo Teulada
    Per chi vuole visitare il sud della Sardegna, ci sono vari modi per arrivarci; in aereo sino a i Elmas/Cagliari o in traghetto direttamente a Cagliari (2 volte a settimana fa anche scalo ad Arbatax sulla costa sud orientale). Chi arriva invece al porto o all’aeroporto di Olbia nel nord della Sardegna, può prendere la SS125, una strada panoramica bellissima che porta fino a Capo Carbonara nella punta sud est dell’isola.

    La costa meridionale della Sardegna ha molto da offrire oltre al divertimento obbligatorio in spiaggia. Tra baie, promontori, isole e città portuali, qui si vive anche un'esperienza unica fra natura, numerosi siti storici e culturali aperti a tutti e un enogastronomia da leccarsi i baffi. Lungo la costa ci sono varie strutture turistiche come i villaggi turistici, Hotel e campeggi.


    Costa Rei, con la sua spiaggia lunga quasi 10km, e Villasimius vi aspettano una vacanza al mare ed un programma versatile di divertimento anche notturno, che si svolge principalmente sulla Via Del Mare ed in Piazza Giovanni. Tra le ampie spiagge sabbiose possiamo trovare Cala Pira, Simius o Timi Ama, baie pittoresche come Porto Giunco e Punta Molentis, dove è possibile rilassarsi e distendersi. Per evitare la noia i villaggi turistici circostanti ed i vari paesi offrono un intrattenimento completo, dallo sport, alla cultura, a feste da ballo esuberanti e anche belle passeggiate in paese. Dal porto di Villasimius è possibile prenotare delle escursioni fra le Isole all’interno del Area Marina Protetta di Capo Carbonara e pranzare a bordo in mezzo al mare, circondati da centinaia di pesci. Nello stesso porto offrono anche il noleggio di gommoni, di varie dimensioni, per visitare spiagge che sono difficilmente raggiungibili in auto.

    Da Villasimius a Cagliari si può percorrere la nuova SS125 al interno della costa per arrivare più velocemente a destinazione, o si prende la strada panoramica lungo la costa, con la sua vista mozzafiato tra gli strapiombi e i colori del mare, che invitano a tuffarsi. Si passa attraverso i monti dei Sette Fratelli, dove è possibile esplorare la zona a piedi, per chi è amante del trekking, o anche su due ruote in Mountain Bike.
    A differenza di altre località turistiche della Sardegna, la Costa del Sud è molto meno sviluppata, ma è questo che la rende ancora più interessante. Il sud della Sardegna è un paradiso per le sue bellissime spiagge, che vi attendono con un’acqua limpidissima, ma è ugualmente affascinante per la sua natura selvaggia . Il capoluogo Cagliari con le sue attrazioni è ideale per trascorrere una giornata piena di cultura tra muri di un tempo remoto. Gli highlight del Mediterraneo includono la Cattedrale Santa Maria, risalente al 2° secolo DC dentro il Castello con le due torri - Torre San Pancrazio e Torre dell'Elefante. L’Anfiteatro che ancora oggi viene utilizzato per concerti e spettacoli, la Bastione di Saint Remy del 14° secolo e la sua terrazza panoramica con vista su Cagliari ed il porto turistico, dove attraccano le navi da crociera, o l'enorme giardino botanico con i suoi tesori, o si può semplicemente passare per le vie del centro, come in Via Roma o Via Mannu, con i suoi tantissimi negozi di tutti i generi. Per non dimenticare Ie saline di Cagliari, il Parco Regionale di Molentargius con i suoi fenicotteri rosa, che si trova proprio dietro la spiaggia del Poetto, la spiaggia di Cagliari con i suoi 9km di lunghezza e sabbia finissima dove si trova uno dei 7000 Nuraghi della Sardegna. La famosa Torre Spagnola affiancata dal monte “Sella del Diavolo” che purtroppo non è visitabile, perché si trova in una zona militare.



    Ci sono vari ristoranti che offrono specialità di pesce fresco come pasta con la polpa di ricci abbinato ad un bicchiere di Giogantinu Riserva, il Vermentino di Sardegna. In alcuni di questi ristoranti si può mangiare direttamente in spiaggia o su una terrazza con vista mare, Nell’ entroterra invece troviamo vari agriturismi dove è possibile assaggiare le prelibatezza di terra dell’isola come il Porceddu, accompagnato da un buon vino rosso Cannonau o Monica di Sardegna a cui segue il dolce finale …. le Sebadas coperte di miele e le Pardule! Per finire in bellezza e digerire tutto quello che si è mangiato c’ è il famoso Filu ‘e Ferru, l’acquavite della Sardegna, e già dal nome si può capire che ha una sua storia particolare.

    Da Cagliari si va verso Sud Ovest lungo la strada panoramica SS195 in direzione Pula, con la sua vivace vita notturna in piazza o il mercatino tipico sardo di martedì, e l'antica città portuale di Nora, che merita una deviazione per la sua area archeologica e l’anfiteatro direttamente sul mare. Sulla strada panoramica verso sud ovest si ha una splendida vista di formazioni di graniti modellati dal vento, baie con sabbia bianca, uliveti e boschi di eucalipto - un paradiso per le escursioni e il trekking. La grotta "Is Zuddas" verso l’interno del paese a Santadi, offre una vista mozzafiato di stalagmiti e stalattiti sotterranee, con una temperatura media di 16 ° C è un tuffo rinfrescante al posto del caldo torrido che prevale in estate.


    Continuando verso la punta del isola a sud ovest – Capo Teulada, si passa per Chia ed il faro di Capo Spartivento, il punto più a sud ovest del isola, dove non bisogna mancare ad una visita alle spiagge di Cala Cipolla e alla spiaggia di Tuerredda con l’isolotto Su Giudeu di fronte. Li si possono fare immersioni sulle varie secche o scendere solo con maschera e pinne. Chi è fortunato può avvistare anche dei delfini nella baia.
    Girando il Capo Teulada si passa per Porto Pino con le sue dune di sabbia altissime prima di arrivare davanti al Isola di Sant'Antioco, collegata alla Sardegna da una strada rialzata. Su questa meravigliosa piccola isola si può ammirare tanto perché si trova su un sito archeologico - un antico insediamento fenicio. L'isola ospita una necropoli punica, fenicia e siti sacrificali dallo storico passato. La vicina isola di Sant'Pietro invita il visitatore con la sua natura incontaminata. Caratteristica è “La Conca” con le torri di granito in mare, che collegano il cielo blu con il mare azzurro della Sardegna.

    Per chi non ha ancora visitato questa splendida isola, posso solo dire che la Sardegna vi rimarrà impressa nella memoria per sempre come un viaggio nel tempo passato……
    Commenti 2 Commenti
    1. L'avatar di popeye
      Gold Members popeye -
      Come non condividere, posti meravigliosi e indimenticabili!
    1. L'avatar di Rayan987
      Rayan987 -
      Come non condivire le tue parole.......posti bellissimi che ti lasciano un ricordo indelebile nella mente, ma allo stesso tempo una gran voglia di tornarci, spero che questo possa accadere presto
  • Sponsor

  • Messaggi Recenti

    Romanetto

    Re: Dormire in campeggio

    Io utilizzo quelli matrimoniali alti circa 30cm e ci dormiamo in due, per avere un ordine di pressione utilizzo la tecnica del ginocchio. ovvero quando

    Romanetto 19-04-2017, 18:18 Vai all'ultimo messaggio