logo

Il portale dei campeggi e villaggi turistici d'Italia: Forum

  • Catino, cos’è? A cosa serve? Come si crea? E con cosa si fa?

    Visto i molti dubbi e domande al riguardo cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sul questo oggetto misterioso ed alquanto indispensabile in campeggio per evitare di farci rovinare le vacanze dalla pioggia o dall’acqua.
    Partiamo dalla prima domanda, cos’è il catino?
    Il catino non è altro che un telo impermeabile da posizionare per terra sotto la tenda e sotto le camere per proteggere il pavimento delle camere stesse (che si chiama catino appunto) e creare una sorta di pavimento impermeabile nella zona giorno(dove non c’è il catino integrato che lo chiariamo dopo)per evitare che entri l’acqua da sotto in caso di pioggia o dove non sono presenti le balze a terra (la parte finale della tenda che poggia per terra) che alcune tende Dechatlon non hanno in modo da rimanere all'asciutto

    Per fare un catino solitamente si usano i classici teli occhiellati verdi reperibili al Brico, Obi, ferramenta sotto casa, ecc. in emergenza anche un telo di polietilene trasparente (tipo quello da serra)
    ,oppure il PVC (tipo le coperture dei rimorchi dei camion) che è indistruttibile ma purtroppo è costoso.
    Vediamo come farlo, io solitamente montavo la tenda, la picchettavo, poi prima di montare le camere stendevo il telo per terra
    poi lo risvoltavo in alto per 10 cm circa (che rimane appoggiato alla tenda internamente) ed il catino e fatto.
    Fatto questo montavo le camere e tutto il resto, oppure potete stendere il telo poi montare la tenda senza picchettarla, poi fate i risvolti e picchettate la tenda.
    Le camere ovviamente non le picchettavo negli angoli altrimenti si fora il telo, ed avendo i materassi all’interno di essa comunque non si muove niente.

    Un paio di esempi:
    l’esempio 1 è sbagliato perché in caso di pioggia l’acqua che cola dalla tenda si infila tra il telo catino e il fondo delle camere, mentre l’esempio 2 è come si dove fare il catino, in caso di pioggia l’acqua scende dalla tenda e va nel terreno senza infiltrarsi nel fondo della tenda ed in caso di pozze d’acqua comunque non entra niente (lo schema è artigianale non prendetemi in giro).
    Mentre per le tende con il catino integrato non si riesce a fare (avendo il fondo e tenda tutt’uno)però ci sono due soluzioni per proteggere il catino delle tenda (e qui ci sono due scuole di pensiero).
    La prima è mettere un telo occhiellato o altro leggermente più piccolo (un paio di centimetri) del perimetro della tenda (se fosse più grande con la pioggia si infilerebbe l’acqua sotto come nell’esempio 1),oppure una rete ombreggiante (anche doppia) e questa si può mettere anche più grande perché in caso di pioggia l’acqua filtrerebbe nel terreno però ha l’inconveniente che se piove molto camminandoci sopra potrebbe farsi del fango sulla rete sporcando le tutto , però con il sole diventa un buon pavimento che si spazza molto bene tenendo tutto pulito.
    Quindi a meno di trovarvi con 25 cm di acqua che scorre per il campeggio(esperienza vissuta) rimarrete all’asciutto e non vi rovinerete le vacanze in tenda.
    Commenti 3 Commenti
    1. L'avatar di franzbasa
      franzbasa -
      Grazie, molto interessante!
    1. L'avatar di Andrea86si
      Andrea86si -
      Ottimo articolo!!
      Per chi ha invece una tenda dotata di catino termosaldato tra zona giorno e zona notte (la tenda è un sacco con pavimento stagno per intenderci) come consigliate di comportarsi?
      Grazie
    1. L'avatar di pordoista73
      Gold Members pordoista73 -
      Citazione Originariamente Scritto da Andrea86si Visualizza Messaggio
      Ottimo articolo!!
      Per chi ha invece una tenda dotata di catino termosaldato tra zona giorno e zona notte (la tenda è un sacco con pavimento stagno per intenderci) come consigliate di comportarsi?
      Grazie
      Un telo da pacciamatura o ppure ombreggiante per salvare il fondo della tenda